Montagne d’Italia, la Majella: la leggenda di Maja ed Ermete

L’Abruzzo è terra ricca di natura: da molti definita come “la regione verde d’Europa” (nonostante non siano mancati gravissimi scandali ambientali), vanta un numero considerevole di parchi nazionali e aree protette. Proprio intorno ad una delle sue meraviglie naturali, la Majella, è nata una delle leggende forse più note e caratteristiche. Cerchiamo, innanzitutto, di conoscere meglio questa montagna…

La catena montuosa della Majella, oggi sede di un Parco Nazionale (http://www.parcomajella.it/ ), è uno dei principali gruppi montuosi della regione. Situato a sud del territorio, si caratterizza soprattutto per la notevole vicinanza al mare tanto che in molti la conoscono come la montagna dove si scia guardando il mare.

mare-e-montagna-696x522

(Foto dal web)

Intorno a questo luogo magico è nata una leggenda…

Tutto ha inizio nel mondo dei miti greci….

Maja era una bellissima fanciulla, la più bella ninfa delle Pleiadi. Pare arrivasse direttamente dalla Frigia, regione dell’Anatolia centrale, fuggita per portare in salvo il figlio Ermete, altro discendente di Zeus, ferito in battaglia.

Sbarcati in quel di Ortona, mamma e figlio si rifugiarono sul Gran Sasso ma qui Ermete, che necessitava di cure urgenti, morì tra le braccia disperate di Maja.

Per giorni la splendida ninfa vegliò il corpo, ormai privo di vita, del figlio.

Decise, poi, di seppellirlo su una delle vette……l’indomani, i pastori del posto rimasero sorpresi nel vedere che Ermete si era trasformato in una gigantesca montagna che da allora sarà conosciuta come “il gigante che dorme”.

50344_9_borghi_2

Nonostante questo, però, Maja non riusciva a trovare pace: sempre più sconvolta, morì anche lei. I suoi cari decisero di seppellirla proprio sulla montagna che, affacciandosi sul mare, volge il suo sguardo anche al Gran Sasso……grande fu la sorpresa nel vedere che quella stessa montagna assunse la forma di una donna piegata su se stessa.

maiella2

(Foto dal web)

La leggenda racconta che, ancora oggi, i pastori del posto, in particolari momenti dell’anno, possano udire i lamenti disperati di Maja trasportati dal vento….

Un racconto molto triste a fronte, però, di un luogo incantevole ricco di meraviglie inestimabili!

Annunci

3 risposte a "Montagne d’Italia, la Majella: la leggenda di Maja ed Ermete"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: