In giro per Cavalese (Trento) : il salotto della Val di Fiemme

#viaggi #travel #trentino #cavalese #valdifiemme

Visitare Cavalese è un po’ come visitare una piccola bomboniera: un paese di circa 4 mila abitanti, situato nella provincia di Trento.

Estremamente pulito e curato, tutto è a misura d’uomo (e di turista). Non manca nulla.

Arrivo dopo parecchie ore di viaggio alla stazione di Ora (Auer…abituatevi al tedesco da queste parti). Uscendo dalla stazione c’è un servizio bus che vi accompagna direttamente a Cavalese. Nessuno stress, con valigie al seguito, per la caccia al biglietto: lo si fa a bordo direttamente con l’autista.

Si inizia subito col percorrere una strada in salita altamente panoramica (SS 48, Strada delle Dolomiti): si vede l’intera valle! E pensare che, avvicinandomi in treno, io questa strada l’avevo già notata: si inerpica (letteralmente) sul fianco dela montagna e subito mi era venuto da pensare “Chissà che bella vista da lassù!” . Eccomi accontentata.

Si prosegue una mezz’ora, attraversando meleti e piccoli centri abitati…fino ad arrivare a Cavalese.


Ospite di amici, mi suggeriscono di sperimentare la piscina comunale per alleviare la stanchezza….ma, abituata ad una normalissima piscina da nuoto tradizionale….non mi è molto chiaro il nesso tra alleviare le fatiche del viaggio e nuotare. Va bene…vediamo!

Arrivati in piscina mi viene consegnato un braccialetto che funge sia da apertura del varco d’accesso che da chiave del mio armadietto. Mi piace. Comodo e intuitivo.

Mi cambio ed entro in piscina. Qui capisco il famoso nesso con l’alleviare le fatiche del viaggio! Infatti, oltre ad una tradizionale piscina per nuotare, Cavalese dispone di una serie di vasche idromassaggio…STUPENDE! Oltretutto, pagando il prezzo di un normalissimo accesso in piscina…

Oltre alle vasche interne, poi, attraverso un corridoio d’acqua, si arriva in una vasca idromassaggio esterna caldissima! E vi assicuro che il contrasto tra aria frizzantina (o fredda….dipende dal vostro periodo di visita) e il caldo al di sotto del collo vi piacerà moltissimo. E a questo aggiungete il panorama…..vista direttamente sulle piste da sci!

Lasciata a malincuore la piscina (a proposito, non manca alcuna comodità,  compresa la cabina doccia e dei phon per asciugarsi i capelli), prima passeggiatina per il centro città: assolutamente confermata la prima impressione di estrema pulizia e cura.

Day 2

Lasciare 40 gradi in Abruzzo e dormire meravigliosamente bene in Trentino…fatto!Che meraviglia…ma vietato poltrire….che la giornata abbia inizio!

Girando da sola per le strade del paese si ha subito una sensazione: non conosco le statistiche criminali del posto, ma, onestamente, mi pare difficile che qualcuno possa mai fare del male. Aggiungo, poi, l’estrema cortesia della gente che incontro: tutti che ti salutano con il buongiorno….magari per loro sarà anche una cosa scontata ma, abituati come siamo alla fretta e agli impegni, sembra quasi strano….il saluto cortese di una vecchietta sconosciuta è una piacevole sorpresa.

Mi dirigo subito verso il parco: che bello respirare aria pulita a pieni polmoni! Vedo subito i campi da tennis e penso a come deve essere bello giocare una partita immersi nel verde e non nel cemento.

Proseguo oltre e arrivo al belvedere: vista magnifica sull’intera Val di Fiemme!


Vedo subito la funivia Alpe Cermis sulla sinistra e ripenso al disastro causato, anni fa, da un aereo militare americano che, sorvolando la valle a bassissima quota (e ora che ho il paesaggio davanti a me mi rendo conto, ancora di più,  di quanto sia stato folle e irresponsaabile quel “pilota” ) trancio’ i cavi di sostegno, causando la caduta della cabina e la morte di tutti i suoi occupanti.Una tragedia immane per semplice stupidità umana.

Da allora le cose sono un po’ cambiate: la funivia non attraversa più la vallata direttamente in orizzontale; dalla stazione di partenza si vedono, ora, le cabine scendere verso il fondo della stessa vallata per poi attraversarlo davvero a pochi metri di altezza. Semmai ad un pilota dovesse venire in mente di scendere così in basso…..si tratterebbe, a dir poco, di una persona mentalmente instabile.


Proseguo la visita del parco incontrando un meraviglioso giardino. Inizio a scattare foto….per poi rendermi conto dell’errore madornale: è il cimitero del paese! Immagino che ora starete ridendo…ma vi assicuro che era davvero difficile capirlo a primo impatto….


Vedete che meraviglia?

Dopo aver girato per bene il parco, mi dirigo verso il centro del paese. Noto subito l’estrema cura, non solo della cittadina in generale, quanto anche delle singole case….


Bello….non c’è che dire…..

Seguendo con lo sguardo la pagoda che sovrasta Cavalese, cerco di trovare la strada per raggiungerla, sempre godendomi il paesaggio e i suoi particolari.


Ed eccola qui…la pagoda: una struttura in legno da cui si gode non solo una vista completa di tutto il paese, quanto anche dell’intero gruppo montuoso del Lagorai. Davanti la pagoda c’è anche un cartello con l’indicazione di tutti i monti che compongono la catena. E questa attenzione costante al turista che non conosce il posto fa davvero piacere.


Proseguendo oltre la pagoda…..


Non c’è che dire…posto stupendo per gli amanti del trekking e della mountain bike…

Tornando in centro, anche se un po’ a malincuore, mi fermo ad acquistare alcuni regalini: i negozietti non sono esattamente economici, ma immagino che saranno calibrati al costo medio della vita da queste parti…..

Proseguo, poi, con una passeggiata sul lungofiume e anche qui, tra cascate e boschi, non so dove guardare prima!


Day 3

To be continued……

Una risposta a "In giro per Cavalese (Trento) : il salotto della Val di Fiemme"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑